Se il bambino vede di meno da un occhio: l'occhio pigro o ambliopia


L'ambliopia colpisce il 3% dei bambini in età pediatrica
L'ambliopia colpisce il 3% dei bambini in età pediatrica

L'ambliopia o "occhio pigro" colpisce il 3% dei bambini

Cari genitori, oggi approfondiamo il tema del cosiddetto " occhio pigro" o ambliopia, una condizione visiva che comporta una minore capacità visiva e di messa a fuoco da parte di un occhio. Di norma l'occhio pigro è monolaterale, ovvero interessa uno solo dei due occhi, ma può verificarsi il caso in cui sia bilaterale. Rispondiamo ora alle vostre domande:

 

1. Perché si verifica la condizione dell'ambliopia / occhio pigro?

La benda sull'occhio serve a stimolare l'occhio pigro
La benda sull'occhio serve a stimolare l'occhio pigro

La patologia dell'ambliopia o occhio pigro si sviluppa quando un occhio non vede bene per motivi involontari dal bambino o per motivi non direttamente collegati al corretto funzionamento oculare. In caso di ambliopia le immagini ricevute vengono soppresse nella corteccia cerebrale e quindi non vengono messe bene a fuoco e rielaborate correttamente.

Il cervello, ricevendo informazioni poco nitide e chiare, non riesce correttamente ad interpretarle e sospende i segnali che arrivano dall'occhio con il deficit visivo. L'occhio mano a mano lavora sempre di meno ( occhio pigro) e se non viene sollecitato in tempo debito si può compromettere la buona funzione visiva dell'occhio.

L'occhio pigro può essere collegato allo strabismo, astigmatismo e alla ipermetropia.

 

2. Come ci si può accorgere dell'occhio pigro nel bambino?

Scegliete una benda colorata e morbida per curare l'ambliopia dei bambini
Scegliete una benda colorata e morbida per curare l'ambliopia dei bambini

L'ambliopia è una patologia da deficit visivo che si sviluppa in prima età pediatrica. Se si sono verificati casi simili in famiglia, è consigliabile far visitare il bambino entro i 2 anni di età. In tutti gli altri casi è consigliabile, anche solo a scopo preventivo, eseguire una visita entro i 3-4 anni di età del bambino.

 

Per i medici non è facile visitare e misurare le capacità visive di bambini così piccoli: dovranno usare test "simpatici" e approcci giocosi per coinvolgere i piccoli nella visita.

Uno di questi test per esempio è quello della prova del rifiuto:

  • si fa fissare al bambino un oggetto per lui molto importante, a cui esso è legato;
  • si copre un occhio: se il bambino non mostra reazioni vuol dire che l'occhio funziona correttamente;
  • si copre l'altro occhio: se il bambino non mostra reazioni vuol dire che l'occhio funziona correttamente, se il bambino mostra segni di insofferenza o di rabbia, significa che il bambino ha un potenziale deficit visivo.

L'oculista pediatrico effettuerà altri test e valutazioni, come ad esempio far seguire al bambino un oggetto in movimento prima con un occhio e poi con l'altro, valutando se il tempo di reazione e messa a fuoco è la medesima o differisce.

 

3. Posso capire se mio figlio soffre di ambliopia?

Esistono anche pellicole scecifiche da applicare sugli occhiali, che supportano l'uso della benda per trattare l'ambliopia
Esistono anche pellicole scecifiche da applicare sugli occhiali, che supportano l'uso della benda per trattare l'ambliopia

L'unico modo per verificare l'ambliopia in età infantile è quello di sottoporre il bambino ad una visita specialistica oculistica pediatrica.

Ci sono alcuni segnali che tuttavia possono essere dei campanelli d'allarme nei genitori. I principali sono:

 

  1. difficoltà a mettere a fuoco;
  2. percezione non realistica della profondità;
  3. il bambino strizza spesso gli occhi;
  4. il bambino scrive e legge piegando/inclinando la testa;
  5. il bambino ha difficoltà a scuola, nel leggere alla lavagna;
  6. il bambino si innervosisce se gli si copre l'occhio;
  7. palpebra calante;
  8. strabismo.

4. In caso di ambliopia, come si deve agire?

Supportiamo i bambini ed evitiamo che provino disagio nel portare le bende per ambliopia
Supportiamo i bambini ed evitiamo che provino disagio nel portare le bende per ambliopia

Se l'ambliopia viene diagnosticata in tempo, entro i 5 anni di età del bambino, le sue conseguenze sono reversibili. Se viene diagnostica oltre, prima dell'adolescenza ad ogni modo, il deficit visivo può essere ridimensionato di molto.

Il medico oculista nei bambini prescrive bende occlusive e adesive da applicare direttamente attorno all'area perioculare oppure, in caso di uso di occhiali, direttamente sull'occhiale. Dato che ho sofferto personalmente di ambliopia, vi consiglio di far provare al bambino diversi tipi di cerotti, fino a trovare quella idonea e meno fastidiosa.

 

Ci sono infatti in commercio cerotti che risultano rigidi e davvero fastidiosi, altri sono più morbidi ed elastici. Ad ogni modo il modo migliore per far seguire correttamente al bambino la riabilitazione visiva è quella di trovare il cerotto giusto per lui, che indossi volentieri.

 

Una volta bendato l'occhio dominante, sta a voi genitori far stimolare il più possibile l'occhio pigro al vostro bambino, con tanta lettura, giochi di coordinamento vista-mano e perché no, l'uso controllato di giochi elettronici.

L'occlusione oculare dovrebbe comportare il bendaggio per almeno due ore al giorno.

 

Un grande abbraccio da Curaben!

 

www.curaben.it

 

Se questo articolo ti è stato utile condividilo, aiuterai altre mamme e altri papà!

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Scrivi commento

Commenti: 0