Il fecaloma: come aiutare il bambino stitico ad ammorbidirlo ed eliminarlo.


Cosa fare se si formano accumuli di feci difficili da evacuare nel bambino stitico?

Feci normali , feci con costipazione
Fecaloma e costipazione

Cari genitori, oggi affrontiamo un tema molto complesso e che, nei casi più difficili ed ostili, necessita di un parere medico effettivo: la formazione di feci dure, difficili da eliminare in presenza o meno di fecaloma nei bambini stitici.

 

Le origini del fecaloma sono svariate e quest'ultimo è più frequente nei bambini tendenzialmente stitici di età superiore ai 2 anni, degli anziani e negli allettati ( costretti a letto). Noi affronteremo SOLO la casistica pediatrica, senza spingerci nei casi più complessi, dovuti a condizioni di poca o nulla motilità fisica e all'assunzione di farmaci. 

1. Che cos'è il fecaloma?

 

Per fecaloma si intende un blocco di feci dure e disidratate, con consistenza dura e molto compatta, che blocca ed interrompe il corretto transito di feci e rallenta la motilità intestinale.

Per la sua particolare conformazione ed azione meccanica viene definito anche "tappo fecale".

 

2. Come ci si accorge della presenza di fecaloma nel bambino stitico?

 

Il bambino con fecaloma è di norma un bambino stitico e/o con frequenti episodi di stitichezza. Ci si può accorgere della presenza di tappo fecale osservando:

  1. incapacità del bambino di evacuare facilmente;
  2. il bambino avverte dolore anche intenso durante la fase espulsiva: prova ad evacuare ma le feci non scendono;
  3. il bambino spinge e si osserva solo un gocciolamento di feci liquide;
  4. stimolo continuo e irrequieto a defecare;
  5. mutandine sporche di feci liquide non ben controllate dallo sfintere;
  6. dolore e crampi addominali e rettali;
  7. paura di defecare, paura di provare dolore durante l'espulsione;
  8. senso di nausea nel bambino.

3. Perché compare il fecaloma nel bambino stitico?

 

Il fecaloma nel bambino ha pressoché due cause:

  1. la stitichezza di per sè: bambini di oltre 2 anni di età che hanno spesso difficoltà ad evacuare, con feci che spesso si presentano dure e a forma di pallina ( caprine), con defecazione poco frequente ( meno di 3 evacuazioni a settimana) e di norma presentano feci voluminose;
  2. tensioni emotive/psicologiche: desiderio conscio od inconscio del bambino nel trattenere le feci all'interno del corpo. Le motivazioni spaziano dalla paura di provare dolore durante la defecazione a tensioni in rapporto alle figure genitoriali e/o di riferimento alla volontà di prendere controllo dello sfintere anale come forma di autonomia e potere.

Il fecaloma è un accumulo di feci di per se già dure e compatte che lasciate a lungo nel tratto intestinale si compattano ulteriormente e si stratificano su se stesse. Inoltre, tramite il processo naturale di osmosi, i liquidi presenti nelle feci vengono riassorbite dal tratto intestinale del crasso che le ospita: le feci diventano ulteriormente più asciutte, compatte, stratificate e dure.

 

4. Come posso aiutare il bambino stitico ad ammorbidire ed eliminare il fecaloma e ad evitare che se ne riformi un altro in futuro?

 

I metodi consigliati sono:

  1. apportare più liquidi all'interno dell'alimentazione del bambino stitico ( acqua, succhi di frutta, tisane...);
  2. inserire frutta e verdura stabilmente nell'alimentazione del bambino stitico;
  3. aumentare il consumo di fibre naturali integrali;
  4. evitare l'uso di senna e manna e/o lassativi che, anche se definiti naturali, possono irritare le mucose interne intestinali, aumentando i crampi e la tensione addominale, oltre a causare scariche di feci difficilmente gestibili dai bambini, che possono creare loro disagio ed imbarazzo;
  5. svolgere abituale attività fisica.

Nel caso di piccolo fecaloma o di feci dure e caprine, potete effettuare al bambino un clisterino naturale ( in farmacia esistono mini clisteri al miele o comunque specifici per bambini e/o donne in procinto di partorire) oppure inserire una supposta di glicerina: questi metodi, molto delicati, aiutano le feci dure ad ammorbidirsi e a scindersi. Inoltre creano un micro film sulla mucosa che permette alle feci di scorrere vi più facilmente.

 

Nel caso di fecaloma molto compatto e voluminoso, conviene portare il bambino dal pediatra od in pronto soccorso per rompere manualmente o con l'ausilio di una piccola sonda il blocco.

E' inoltre importante, in caso di feci spesso dure, in presenza o meno di fecaloma, far visitare il bambino per verificare la presenza o meno di intolleranze alimentari, restringimento anale e disturbi nel transito intestinale.

 

La scala delle feci di Bristol!

Come distinguere i diversi tipi di feci con la scala di Bristol
La scala delle feci di Bristol
Disegni diversi tipi di feci con la scala di Bristol
Le 7 tipologia di feci della scala di Bristol

Cari genitori, per aiutarvi nella lotta al fecaloma, vi descriviamo la "Scala delle feci di Bristol", creata e definita dal Dott. Heaton e dal Dott. Lewis presso l'Università di Bristol, Gran Bretagna, e pubblicata sul “Diario escandinavo de gastroenterología” nel 1997.

 

Le feci della scala di Bristol indicano le 7 tipologie di contenuto fecale riscontrabile a seconda del tempo di contenimento presso l'intestino, dieta, liquidi assunti, farmaci assunti, stili di vita.

 

  • Feci di tipo 1 e 2 indicano stitichezza da moderata a grave;
  • Feci di tipo 3 e 4 indicano le feci ideali ed uno stato di benessere e salute;
  • Feci di tipo 5,6 e 7 indicano diarrea da lieve ad urgente.

La posizione migliore per evacuare

Infine, per aiutare i vostri bambini - questo consiglio vale anche per i bambini non stitici e per gli adulti - vi descriviamo la posizione umanamente più facile, spontanea ed efficace per evacuare:

 

La posizione più comoda per favorire l'evaquazione delle feci
La miglior posizione per evacuare

La posizione accovacciata, quella dei nostri bambini sul vasino per intenderci, è la posizione che nell'essere umano permette una evacuazione più rapida, spontanea ed indolore!

 

Un grande abbraccio da Curaben!

 

www.curaben.it

 

hai apprezzato questo articolo? scopri anche la nostra linea di cosmesi naturale:

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Scrivi commento

Commenti: 0
Segui Curaben su facebook!
Curaben logo

Curaben

Sede Legale ed Amministrativa:

Via Monte Rosa 1, 10091, Alpignano (TO)

Telefono: 011/19116092 - Fax: 011/0441770

P.IVA: 11415930012 - REA: TO-1211567

info@curaben.it

Laboratorio di Produzione:

Ma.Er. Via Verdi 42/44 - Livorno (ITALY)

Vieni a conoscerci di persona il 10 Giugno a Torino, Arsenale della Pace, Stand Curaben!
Vieni a conoscerci di persona il 10 Giugno a Torino, Arsenale della Pace, Stand Curaben!
metodi pagamento e-commerce curaben