Se il ciuccio irrita l'area della bocca del bambino.


Il cioccio, consolazione e coccola per molti bambini.
Il cioccio, consolazione e coccola per molti bambini.

Come evitare l'irritazione da ciuccio nei bambini.

Cari genitori, oggi vi descriviamo le caratteristiche che un buon ciuccio dovrebbe avere e vi daremo dei consigli per evitare, soprattutto nel periodo caldo estivo, le fastidiose irritazioni attorno all'area della bocca dei bambini.

 

Il ciuccio è da sempre un valido strumento di consolazione ed una coccola che molti bambini amano. Tuttavia,  non essendo un oggetto indispensabile, se il genitore non lo propone e soprattutto se i bimbi sono allattanti al seno con cadenza a richiesta, i piccoli possono non accettarlo o ricorrerne solo in rare occasioni. Inoltre ci sono varie correnti di pensiero, anche tra gli specialisti, che ne vorrebbero limitare l'uso solo ad alcuni momenti circoscritti per evitare eventuali danni al palato e/o alla dentizione.

 

Lungi da noi addentrarci in questa argomentazione molto complessa ed in continuo aggiornamento, lo scopo di questo nostro articolo vuole essere quello di evidenziare le caratteristiche che un buon ciuccio dovrebbe avere, soprattutto per evitare le irritazioni da contatto o da clima caldo-umido o da contatto prolungato con la saliva.

Guida alla scelta di un buon succhiotto

1. sicurezza, dimensioni, imballo

Secondo le norme UNI EN 1400, un buon succhiotto dovrebbe avere le seguenti caratteristiche di SICUREZZA, DIMENSIONI e ISTRUZIONI/IMBALLO:

  1. il ciuccio NON deve avere bordi taglienti o punte;
  2. il materiale deve essere anallergico e non rilasciare nessun tipo di sostanza nociva e/o sgradevole;
  3. la tettarella deve avere una superficie liscia e non deve superare i 3,5 cm;
  4. non devono esserci parti staccabili;
  5. il ciuccio deve superare test specifici di resistenza alla perforazione, alla morsicatura, alla torsione, alla lacerazione e alla tenuta dell’impugnatura;
  6. l'imballo di vendita deve essere chiuso in maniera igienica e sigillato;
  7. devono essere presenti le istruzioni d'uso e tutte le informazioni di rintracciabilità relative al produttore.

2. i due tipi di ciuccio più comuni: lattice e silicone

Normalmente i ciucci si dividono in due categorie: i succhiotti in lattice e quelli in silicone: quali sono le differenze?

  • SILICONE ( il primo azzurrino) : i succhiotti in silicone sono i più adatti per i neonati ed i bambini fino ai 6 mesi di età o comunque fino a quando il bambino non riesce a mordere e a strappare con  denti. Il ciuccio in silicone infatti è indeformabile, inodore ed insapore ma può essere rotto se morsicato a lungo dai denti dei piccoli;
  • LATTICE ( il secondo giallo ) : di tipico color giallo, marroncino ha anche un tipico odore e sapore. E' il più indicato dall'età della dentizione in poi perché è un materiale molto più resistente ai morsi da denti. E' anche leggermente deformabile.

Riassumendo, si parte con il succhiotto in silicone per poi passare al lattice.

 

 

3. che forma e' preferibile per la tettarella?

Le forme della tettarella, da sinistra verso destra a ciliegia piccola, a ciliegia media, ciliegia grande.
Le forme della tettarella, da sinistra verso destra a ciliegia piccola, a ciliegia media, ciliegia grande.
Tettarella con forma a goccia.
Tettarella con forma a goccia.

E' buona norma utilizzare tettarelle piccole in caso di neonati e poi via via seguire la crescita dei bambini con tettarelle più grandi.

Gli specialisti consigliano di partire con la tettarella a forma di ciliegia per poi passare a quella a forma di goccia:

  • CILIEGIA: forma rotonda e/o leggermente allungata, tende ad essere molto simile e compatibile con la forma del capezzolo della mamma;
  • A GOCCIA: forma rotonda leggermente inclinata e schiacciata, ottima per seguire lo sviluppo del palato del bambino

 

4. come pulire il ciuccio

Se il ciuccio cade a terra è sempre consigliabile sterilizzarlo in acqua calda, altrimenti è sufficiente passarlo sotto l'acqua corrente.

Vi riportiamo i risultati di un interessante studio condotto in Svezia, Queen Silvia Childern's Hospital, Università di Gotemborg nel 2013 su 184 bambini:

 

"I ricercatori hanno monitorato 184 bambini, di cui l'80% particolarmente incline alle allergie avendo almeno un genitore allergico, che sono stati seguiti per tre anni e hanno subito test sulle allergie a 18 e 36 mesi di eta'. Alla prima visita il rischio di eczema e' risultato piu' basso del 63% nei bambini i cui genitori 'pulivano' il ciuccio con la propria saliva, mentre per l'asma il rischio era minore dell'88%. A 36 mesi la differenza per l'asma era sparita, ma era rimasta una minore probabilita' del 49% per l'eczema. " ( Fonte Ansa )

 

Secondo questo studio, l'abitudine dei genitori di passare il succhiotto in bocca prima di darlo al bambino, rafforzerebbe le difese immunitarie del bambino, per l'effetto del contatto con i batteri degli adulti.

 

Molti pediatri non condividono questa teoria e sconsigliano vivamente questa pratica, che potrebbe trasmettere anche herpes e virus, oltre che batteri "funzionali".

 

5. come evitare arrossamenti da ciuccio attorno alla bocca dei bambini.

Cari genitori, concludiamo questo viaggio con i consigli sul come evitare arrossamenti ed irritazioni dovuti dal succhiotto attorno alla zona della bocca dei bambini:

 

  1. Se si acquistano ciucci sicuri e che seguono le norme di corretta fabbricazione ( vedi punto 1 ), i rischi di dermatiti da contatto si riducono drasticamente. La dermatite può colpire principalmente bambini particolarmente sensibili od intolleranti al silicone o al lattice;
  2. Acquistare succhiotti con le pareti attorno alla tettarella ricca di fori per permettere areazione e il non ristagno di saliva, soprattutto durante la fase della dentizione, momento in cui la salivazione nel bambino è copiosa;
  3. In caso di irritazione, soprattutto durante la stagione calda, applicare sulla pelle attorno alla bocca una pomata lenitiva, protettiva, con azione decongestionante e che possibilmente svolga anche azione barriera ( scopri la nostra Curaben Pomata ).

Un grande saluto da Curaben!

 

www.curaben.it

hai apprezzato questo articolo? scopri anche la nostra linea di cosmesi naturale:

MIKOLIO
21,00 € 1 13,80 €

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    claudia 36 (giovedì, 20 aprile 2017 11:23)

    il mio bambino non puó dormire senza ciuccio....anzi si sveglia se lo perde!!! purtroppo noi siamo molto vincolati al ciuccio. a tal motivo le ho comprato anche un modello di <a href=”http://www.ciucciomania.com>ciuccio personalizzato</a> con tettarella, colore e anche il nome e disegnino della personalizzazione fatto apporta per lui!

  • #2

    Curaben (venerdì, 21 aprile 2017 15:46)

    Cara Claudia, grazie della tua testimonianza preziosa e grazie del tuo suggerimento!!

Segui Curaben su facebook!
Curaben logo

Curaben

Sede Legale ed Amministrativa:

Via Monte Rosa 1, 10091, Alpignano (TO)

Telefono: 011/19116092 - Fax: 011/0441770

P.IVA: 11415930012 - REA: TO-1211567

info@curaben.it

Laboratorio di Produzione:

Ma.Er. Via Verdi 42/44 - Livorno (ITALY)

CURABEN E' VERIFICATA PAYPAL.

I TUOI ACQUISTI SONO PROTETTI AL 100%